mediazione famigliare

Mediazione famigliare

La mediazione famigliare è un percorso per la riorganizzazione delle relazioni familiari in vista o a seguito di separazione o divorzio. Il mediatore, sollecitato dalle parti, in garanzia del segreto professionale e autonomo dall’ambito giudiziario, si adopera per promuovere nei partner/genitori le risorse, le competenze e le motivazioni al dialogo. Il fine è quello di definire un accordo durevole, equo e accettabile tra le parti, che andrà a regolare la vita futura loro e dei loro figli.

La mediazione, a differenza della terapia, è un intervento circoscritto su obiettivi predefiniti. Ha una durata limitata nel tempo e obbliga alla presenza congiunta.

In virtù del fatto che la separazione/divorzio coinvolge emotivamente a un livello molto profondo tutti i membri della famiglia, il mediatore, senza indagare su cause e responsabilità, si propone di creare un clima di fiducia che permetta di mantenere un livello di rispetto reciproco tra i genitori, ascoltando e salvaguardando in primo luogo i bisogni e le necessità del minore.

Gli obiettivi sono:

  • continuità dei legami genitoriali per il mantenimento di rapporti stabili e significativi del figlio con entrambi i genitori
  • la responsabilità congiunta nelle decisioni da prendere verso i figli
  • trovare un equilibrio tra diritti e doveri dei genitori verso i figli
  • la collaborazione tra genitori

in ordine alfabetico

Giorgia Baldassarini, psicologa, psicoterapeuta, psicologa analista, mediatore famigliare.

Profilo completo

Psicologa psicoterapeuta

Profilo completo

Selezionando l’icona a sinistra è possibile scorrere l’elenco dei professionisti di quest’area di intervento;

con quella a destra è possibile vedere la mappa ingrandita, all’interno dell’interfaccia di Google Maps

Altre aree di intervento